Chiara Rossetto | Lo sguardo femminile di Molino Rossetto

settembre 09, 2016


Dedizione, lavoro di squadra, sacrificio, caparbietà, innovazione, tradizione, queste sono solo alcune delle parole che mi vengono in mente quando penso a Molino Rossetto, azienda leader nella produzione di farine per dolci, pane, pasta, pizze. Venerdì scorso ho avuto la fortuna di incontrare, nella sede di Pontelongo (in provincia di Padova) Chiara Rossetto, cuore creativo e capo saldo di un'azienda che negli anni ha saputo rinnovarsi senza snaturarsi, stando al passo con i tempi e con le innovazioni del settore.




Chiara mi ha accolto in uno spazio che aveva il sapore di casa: confortevole, ricercato, familiare. In un ufficio dalle pareti rosa, ho potuto chiacchierare con lei di impresa, di alimentazione, di bellezza, di solidarietà e di amore verso il proprio lavoro. Un lavoro, quello che ha come protagonista la farina, che è nel DNA della sua famiglia da più di tre secoli. Di recente infatti si è scoperto che la storia di Molino Rossetto inizia nel lontano 1760, da qui parte il cammino di un'azienda che nasce, cresce e si evolve fino ai giorni nostri, arrivando sotto la guida di Chiara, a vette importanti. Chiara è una donna dalle mille passioni e dal cuore grande, il suo impegno umanitario come ambasciatrice per Oxfam Italia e per la campagna #sfidolafame, l'ha portata in Ecuador a scoprire le coltivazioni di quinoa e amaranto (coltivazioni seguite tutte da donne, fiere di lavorare la loro terra). Lo straordinario equilibrio che si crea tra uomo e natura, il rapporto con la madre terra e l'importanza della figura femminile sono anche il filo conduttore dei 10 scatti fotografici di Pietro Paolini  (fotografo che l'ha seguita durante il viaggio) che saranno in mostra da venerdì 16 settembre presso gli spazi di Palazzo Moroni a Padova "Il Chicco del Buen Vivir. Dall'Italia all'Ecuador, da Donna a Donna" sarà il titolo dell'esposizione, che raccoglie le fotografie che testimoniano non solo l'intensità di un viaggio importante per Chiara e per l'azienda, ma rappresentano anche uno sguardo consapevole e vero verso la realtà agricola dell'Ecuador.



Chiara negli anni ha saputo dare un nuovo volto anche alle confezioni delle sue farine, grazie alla sua sensibilità di donna e di creativa, ha reso accattivanti e piacevoli anche tutti gli oggetti legati alla preparazione di dolci, pizze e pane. La linea CUOREdi, nata dal suo gusto di donna è una delizia per gli occhi: un tripudio di rosa e di oggetti pensati per le moderne cuoche, grembiuli nati con materiali di riuso, tovagliette, contenitori, utensili e suppellettili, bellissimi anche solo da avere nella propria cucina. "Faccio ciò che mi piacerebbe acquistare" mi confessa Chiara, che nell'ottica dell'attenzione verso l'oggetto e verso il suo riutilizzo, ha pensato ad una linea di cucchiaini in argento personalizzabili che possono essere tenuti in borsetta e usati all'occorrenza. Un occhio al riuso e al "non si butta via niente" e un occhio al glamour. Vi assicuro che i cucchiaini sono qualcosa di splendido, se avete la possibilità di passare al Future Vintage Festival, che si svolgerà da oggi fino a domenica 11 settembre presso il Centro Culturale San Gaetano a Padova, fermatevi presso lo stand di Molino Rossetto, una bellissima sorpresa sarà lì ad attendervi, garantito!



Chiara da qualche mese ha creato anche il blog "Un Tocco di Rossetto" nato dalla voglia di avere uno spazio personale in cui raccontare il suo mondo a 360° e le sue passioni così fortemente legate alla sua azienda. Una donna vera e sincera, dal sorriso spontaneo e dagli occhi felici, ma con una forza e una tenacia pazzeschi, questo è quello che ho pensato di Chiara al primo incontro. Conoscerla per me è stato importante, perché con lei inizia un progetto (Pink Is An Attitude) che ho molto a cuore legato al mondo femminile e alla scoperta delle figure di donne che hanno saputo, e sanno, fare la differenza nei diversi ambiti, lavorativi e non. 





Vi invito a seguire sui social Chiara e i tutti i suoi progetti. 
Molino Rossetto è un eccellenza veneta che sono fiera di aver potuto conoscere più da vicino, un'azienda sana e solida, con un passato importante e un futuro assolutamente roseo! Se avete voglia di scoprire più da vicino i prodotti Molino Rossetto vi consiglio di fare un giro presso il loro Shop in via San Fausto 98 a Pontelongo (Pd), qui potrete immergervi in un bellissimo mondo fatto di farina, di dolcezza e di prodotti fantastici! Lo shop è aperto dal lunedì al venerdì dalle 15.00 alle 19.00 e prossimamente anche il sabato mattina.

Questo weekend potete trovare Molino Rossetto al Future Vintage Festival di Padova dal 9 all'11 settembre e al Sana, il Salone Internazionale del Biologico e del Naturale a Bologna dal 9 al 12 settembre (PAD.25 STAND B122).


1 commento:

  1. Che meraviglia! Conosco i loro prodotti e sono davvero ottimi :)

    RispondiElimina

Pubblicato da Lipstick for Breakfast